Marchesato Opera Festival 2015

Dedicata al mito di Orfeo, la quarta edizione avrà tra i protagonisti il baritono Furio Zanasi 

testatinaIl mito dell’Orfeo sarà protagonista della quarta edizione del Marchesato Opera Festival (MOF) che avrà come location privilegiata la Castiglia di Saluzzo, oltre al castello di Lagnasco e la Fondazione Scuola APM. Il cantore che con la sua lira affascinava gli uomini, placava le tempeste e ammansiva le fiere, sarà l’anima e il filo conduttore del festival attraverso L’Orfeo di Claudio Monteverdi, favola mitologica tratta dalle Metamorfosi di Ovidio e primo melodramma nella storia della musica.

L’Orfeo è considerato un’autentica icona musicale, uno splendido frutto della cultura rinascimentale, nato dall’incontro tra la musica di Claudio Monteverdi (Cremona, 1567- Venezia 1643) e i testi di Alessandro Striggio (Mantova, 1573- Venezia, 1630), vero libretto ante litteram tratto dalla Fabula di Poliziano, le Metamorfosi di Ovidio e le Georgiche di Virgilio, che a loro volta riprendono un mito greco.

L’opera di Monteverdi, composta ed eseguita per la prima volta al Palazzo Ducale di Mantova per i Gonzaga, è l’occasione per suggestioni, memorie e riflessioni su personaggi che segnano il passaggio dall’età rinascimentale a quella barocca e che sono puntualmente proposti nelle sale a tema del “Museo della Civiltà cavalleresca” in Castiglia, ricche di rimandi al territorio.

Appuntamento quindi da giovedì 30 luglio a domenica 3 agosto con prestigiosi ospiti come il baritono Furio Zanasi, la “voce di Orfeo” per eccellenza che ha portato il ruolo nei maggiori teatri del mondo, ricreandolo con doti filologiche e interpretative non comuni. E, inoltre, la Notte di Orfeo del 1° agosto in cui lo spirito barocco, fantasioso ed eccentrico invade la città, l’intervista “impossibile” di Corrado Rollin, gli itinerari e le visite guidate nei musei saluzzesi sul tema “Ricordando Orfeo: amore e musica” e molto altro che sveleremo nei prossimi giorni con la pubblicazione del programma completo.

La conferenza stampa di presentazione del MOF si terrà lunedì 13 luglio alle ore 17.30 presso la Fondazione APM in Via dell’Annunziata 1 B a Saluzzo

 Marchesato Opera Festival di Saluzzo

MOF 2015 comunicato stampa pdf

MOF 2015 comunicato stampa doc

Informazioni

Servizi stampa: Liberlabufficiostampa@liberlab.it – 347 2980035 – Ufficio turismo IAT tel. 0175 46710 – www.saluzzoturistica.it; iat@comune.saluzzo.cn.it

Scuola di APM tel. 0175 47031 – www.fondazionescuolaapm.it

seguiteci sulla pagina facebook del MOF www.facebook.com/marchesatooperafestival/ #mof2015

Les MontagnArts anteprima 2015

150410_lesMontagnats_anteprima-1

Sabato 9 maggio, presso l’ala comunale di Melle, si terrà l’anteprima dell’ottava edizione di LesMontagnArts. Alle ore 11 Marco Barra presenterà il laboratorio per bambini Imparare il linguaggio delle emozioni tratto dal suo libro Oggi sono felice ma anche un po’ triste, Carthusia Edizioni in collaborazione con la Fondazione Goria. Il libro prende spunto dall’esperienza del progetto “Come stai oggi?” curato dal dott. Marco Barra con i bambini delle scuole primarie e secondarie di 30 Istituti Comprensivi del territorio del cuneese e del torinese. Grazie ai materiali realizzati dai bambini su questo tema, è nato un volume illustrato come strumento di relazione tra l’adulto e il bambino con la finalità di aiutare i genitori a capire se stessi e i propri figli su “cos’è che li fa stare bene e li fa stare male”. Alle ore 17 proiezione del documentario “Io vivo qui” girato a Melle nell’estate del 2014, realizzato da Mufilm. A seguire la presentazione del progetto “Bosco in ascolto” di Fabio Battistetti, previsto per la sessione estiva di Les MontagnArts. Gran finale con la proiezione di “The Repairman”. Il film, girato tra le Langhe e il Monregalese, racconta la storia curiosa e ironica delle disavventure di Scanio Libertetti (Daniele Savoca), un ingegnere mancato che si guadagna da vivere riparando macchine da caffè. Tutti gli appuntamenti sono a ingresso gratuito.

The-Repairman-locandina150429_LesMontagnarts_A4_web

Letter@21

e9ad9fee9d0bc73e0b2c055eb0b268ce_XLPresso la Casa Circondariale di Torino “Lorusso e Cutugno” la cooperativa Eta Beta ha avviato il progetto Letter@21, un laboratorio dedicato alla comunicazione, alla scrittura e alle nuove tecnologie. L’iniziativa, che coinvolge sei persone private della libertà, ha come elementi determinanti lo sviluppo della creatività per approfondire e formare professionalità spendibili nel mercato del lavoro.

Letter@21 ha uno sguardo di ampio respiro sul mondo della comunicazione, della scrittura, dei libri e delle nuove professioni a queste collegate. Il progetto ha coinvolto realtà come la casa editrice Scritturapura, la cooperativa Editoriale LiberLab e professionisti della comunicazione come l’Arch. Andrea Terranova e la sceneggiatrice Chiara Laudani.

Questo progetto sta portando alla realizzazione di diversi prodotti tra cui: un ebook che dai ricordi di ciascuno faccia emergere i sapori della tradizione, il numero zero di una rivista che affronta tematiche carcerarie attraverso racconti, recensioni e rubriche, un sito che sia narrazione del progetto nella sua interezza e dei futuri sviluppi.

Per info: Eta Beta – tel. 011 8100228 – r.dursi@etabeta.it –www.etabeta.it

SCARICA comunicato stampa Letter@21

SCARICA che cos’è Letter@21

Felice di leggere. Il programma della XXI edizione della Mostra del Libro

Manifesto_mostra_2014_defVenerdì 12 dicembre, alle ore 17, presso l’Ala Polifunzionale di Cavallermaggiore (piazza Vittorio Emanuele II) verrà inaugurata la XXI edizione della Mostra del Libro di Cavallermaggiore con la presenza di Andrea Olivero, viceministro alle Politiche agricole, alimentari e forestali. A seguire, alle 17.30, Guido Martini de “Il Saviglianese” dialogherà con Matteo Motterlini autore del libro La psicoeconomia di Charlie Brown. Strategie per una società felice di Matteo Motterlini. Sono circa trenta le presentazioni che si terranno nel corso dei due giorni, sabato 13 e domenica 14, con autori che racconteranno il tema della felicità sotto diverse angolazioni: da quello ironico/poetico di Guido Catalano alle riflessioni di Carlo Petrini con Un’idea di felicità, il suo ultimo libro scritto a quattro mani con Luis Sepùlveda (l’incontro si terrà al teatro Milanollo di Savigliano con Gianmaria Testa); dalle famiglie felici di Lucia Rizzi (alias tata Lucia) alla rivisitazione in chiave comica di Tutti giù per terra di Giuseppe Culicchia (con Federica Mafucci). E poi la felicità vista con gli occhi di un finlandese (Eija Tarkiainen legge brani dai romanzi di Arto Paasilinna); le vicende tragicomiche nel mondo del calcio narrate da Marco Marsullo; l’esperienza di un maestro dentro un carcere (Mario Tagliani) e molti altri autori legati al territorio. Oltre alla serata Petrini-Testa da non perdere, venerdì sera al teatro San Giorgio, lo spettacolo Musica Musicant! dei Musicanti di Riva preso Chieri (venerdì 12) e il concerto di chiusura Per un Natale speciale… concerto di natalizi tradizionali e d’Autore eseguito dall’Associazione Corale Voci Fuori dal Coro di Fossano (il concerto è gentilmente offerta dalla confraternita di S. Croce e di S. Bernardino – Battuti Bianchi). Da segnalare, nella giornata di domenica 14, oltre al Presepe Storico Meccanico (ingresso libero), il Mercatino dell’eccellenza agroalimentare, a cura delle aziende della Confederazione Italiana Agricoltori allestito sulla piazza Vittorio Emanuele II. Molto ricca, come sempre, l’anteprima scuola con numerosi laboratori, letture animate e spettacoli teatrali dedicati a tutti gli alunni, dalla scuola dell’infanzia alla secondaria. Un ringraziamento alla Regione Piemonte, alle fondazioni CRC e CRT, al consorzio CSEA, al Salone Internazionale del Libro di Torino, ai media partner (Telecupole e Il Saviglianese), alla Biblioteca Civica Nuto Revelli, all’Associazione CQuadro, alle Fattorie Fiandino e la Consorzio Vini Colline Saluzzesi per il rinfresco dell’inaugurazione. Chiudiamo con l’iniziativa “Sorsi di letture DOC”: acquista un libro, aggiungi 1 euro e degusta un calice di vino delle Colline Saluzzesi.

comunicato stampa mostra libro 2014

Pieghevole_2014

Un’idea di felicità. Concerto in solo, voce e chitarre di Gianmaria Testa con riflessioni di Carlo Petrini

Testa_petriniTra gli eventi di questa edizione, la Mostra del Libro è particolarmente lieta di ospitare un duetto assolutamente inedito, un felice connubio, per rimanere in tema, tra Gianmaria Testa e Carlo Petrini, amici di vecchia data, che saliranno sul palco del teatro Milanollo di Savigliano, sabato 13 dicembre alle ore 21. Di che cosa si tratta? Un concerto in solo, voce e chitarre di Gianmaria Testa con riflessioni di Carlo Petrini e letture di brani dal suo ultimo libro Un’idea di felicità scritto a quattro mani con Luis Sepùlveda. Una serata che si preannuncia ricca di emozioni, un dialogo in cui musica e parole si incontrano all’insegna della solidarietà: l’evento è infatti a scopo benefico e tutto l’incasso sarà inviato in Guinea Bissau per finanziare la costruzione di una scuola di specializzazione agraria. Tutto nasce nell’ambito della manifestazione “Salone del Gusto e Terra Madre 2012” quando il Comune di Cavallermaggiore ospitò i delegati provenienti dalla Guinea Bissau. Da allora si è sviluppato il progetto “for Guinea Friends” che ha come obiettivo quello di mettere in collegamento diretto questi due mondi tramite un viaggio particolare. Un progetto che si è concretizzato nella donazione di una Jeep a “Radio Sol Mansi” della missione di Padre Davide, una radio che trasmette cultura, che insegna integrazione, che è la più ascoltata del paese ed è un vero punto di riferimento per uno Stato che desidera crescere. Il progetto ha permesso inoltre di consegnare medicinali e un contributo per il progetto “10.000 orti in Africa” di Slow Food.

Posto unico: euro 20; Prevendite presso: Exit Music di Savigliano tel. 0172 715021 e  Caffè del Centro di Cavallermaggiore tel. 0172 381191

comunicato stampa testa petrini

Locandina Testa_petrini

Schegge di memoria (in the streets): il programma della terza edizione

postazione con QR code

Esempio di postazione flag con QR code. Per chi non è provvisto di smartphone verranno messe a disposizione delle audioguide.

Grande affluenza di pubblico per la presentazione della terza edizione di Schegge di Memoria, la rassegna annuale che intende creare occasioni di riflessione sul tema della memoria orale, facendo interagire fra loro differenti iniziative, progetti e lavori realizzati nel territorio piemontese e non solo. La conferenza stampa si è aperta con gli interventi dell’Assessore alla Cultura Chiara Ravera e del presidente di Oasi Giovani Pier Domenico Bossolasco, che hanno illustrato i punti principali di un programma ricchissimo di iniziative, sottolineando la fondamentale collaborazione, in questa edizione, tra l’Assessorato alla Cultura del Comune di Savigliano e Oasi Giovani, ente saviglianese no profit con finalità di solidarietà sociale nei settori dell’assistenza, dell’istruzione e della formazione (l’edizione di quest’anno, dal titolo Una città per famiglia, è dedicata alla tutela dell’infanzia. Sono previsti numerosi incontri, presentazioni, mostre, spettacoli teatrali dedicati al tema dell’infanzia negata, dei bambini esposti e dei trovatelli, dell’assistenza infantile e delle numerose attività di assistenza all’infanzia che hanno caratterizzato la città di Savigliano fin dal Seicento). Il filo conduttore dell’evento sarà infatti l’evoluzione della solidarietà nel contesto saviglianese, dall’elemosina all’attuale assistenza organizzata, attraverso l’opera di tutti gli enti che si sono succeduti nel tempo. Un’occasione per evidenziare il ruolo svolto da tanti benefattori che nei secoli hanno elargito donazioni e lasciti per raggiungere tali scopi, e un’opportunità per fare il punto sulla realtà odierna. La storia dell’assistenza a Savigliano sarà ricostruita non solo come storia istituzionale degli enti assistenziali del territorio, ma anche e soprattutto come storia di individui e persone (bambini assistiti, amministratori, insegnanti, educatori). La rassegna permetterà di confrontare l’esperienza saviglianese con quanto successo in altre località, attraverso la partecipazione di studi e lavori dedicati all’argomento da istituti storici e associazioni del territorio. A seguire hanno preso la parola la dott.ssa Silvia Olivero dell’Archivio Storico / Centro della Memoria polo archivistico saviglianese che ha descritto in particolare l’iniziativa I luoghi dell’assistenza infantile a Savigliano. Si tratta di un itinerario cittadino tra testi, immagini e interviste che si snoda lungo diversi luoghi saviglianesi (a questo proposito è possibile ritirare cartine e video guide presso l’Ufficio Turistico IAT (c/o Palazzo Taffini) e l’Ufficio Cultura/Turismo (c/o Municipio, C.so Roma 36 – tel. 0172/710247) con pannelli informativi dotati di QR code. La dott.ssa Rosalba Belmondo, direttrice del Museo Civico A. Olmo ha illustrato la mostra Dall’elemosina all’assistenza: benefattori e infanzia povera saviglianese tra Seicento e Novecento, curata dal Museo Civico e da Oasi Giovani, mentre la dott.ssa Maria Grazia Castiglione, direttrice della Biblioteca Civica di Savigliano si è soffermata sull’iniziativa Giochi rubati: l’infanzia negata attraverso la letteratura e il cinema. Hanno chiuso la conferenza stampa gli interventi del prof. Livio Berardo dell’Istituto Storico della Resistenza di Cuneo che ha parlato del libro N.N. Storie di trovatelli in Provincia di Cuneo tra Ottocento e Novecento di Alessandra Demichelis e Stefano Delmastro di LiberLab che ha illustrato i contenuti della mostra Infanzia rubata. Lewis W. Hine – le immagini che turbarono l’America curata della Fondazione Colonnetti di Torino che sarà visitabile all’Ala Polifunzionale.

Per le altre numerose iniziative si rimanda al programma scaricabile dai link a seguire:

Flyer schegge di memoria

comunicato stampa post

programma schegge in doc

mostra lewis hine

Per informazioni:

Documenti e videointerviste Centro della Memoria

Arch. St. Comunale/Il Centro della Memoria Piaz. Arimondi 15 – tel. 172.711240 archivio.storico@comune.savigliano.cn.it

Ufficio Turistico IAT Palazzo Taffini d’Acceglio, Via S. Andrea 53 – tel. 0172/370736 ufficioturistico@comune.savigliano.cn.it

Oasi Giovani Corso Roma 117 – tel. 0172.712584 segreteria@oasigiovani.it

Il mio albero genealogico

In libre261x338_genealogicoria il volume dedicato alla ricerca genealogica curato da LiberLab per la Gribaudo e scritto da Mauro Novaresio e Marco Di Bartolo. A partire dal 28 novembre anche in edicola con i quotidiani QN (Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione).

Quali sono le origini della mia famiglia? Chi erano i miei antenati? Qual è il significato del mio cognome? A chiunque è capitato di porsi queste domande e di interrogarsi sulla propria storia famigliare. Ma in che modo si può compiere un’indagine attendibile e accurata? Questo volume offre tutte le informazioni necessarie per creare il proprio albero genealogico. Ricostruire i legami famigliari interrogando i parenti e risalendo alle fonti scritte e iconografiche. Le ricerche negli archivi comunali, parrocchiali, diocesani, notarili e di Stato. Il significato di stemmi e figure araldiche. Come ottenere il riconoscimento di un titolo nobiliare. I principali siti internet sulla genealogia. Incluso nel libro troverete un poster formato 46×33 cm con un albero genealogico illustrato da compilare. Vi basterà prendere come esempio quello di un grande personaggio del nostro tempo: papa Francesco.